Saturno "intermedio"

HOME

 

 

 

Questa pagina è dedicata ai lavori sulla Gilera Saturno di Giovanni
 
 
La moto è già restaurata ed ha bisogno solo di qualche piccolo aggiustamento.
Si presenta messa abbastanza bene e si vedono subito alcune modifiche che potremmo definire "corsaiole":
  • Serbatoio in alluminio
  • Carburatore da 30mm
  • Scarico completo da 50mm (è stata montata una ghiera sull'uscita dalla testata)
  • Modifica per portare la lubrificazione ai bilancieri
  • Rimozione dell'alzavalvola
  • Presenza del rinvio per il contagiri
Il problema principale riguarda una boccola da rifare sull'asse del bilanciare di scarico che si è usurata e non lo tiene fermo.
 
E già che si deve smontare la testa si da anche la classica "occhiata in giro"...
 
Pistone assolutamente anonimo: su di esso nemmeno un segno, un numero, un marchio, nulla nemmeno all'interno !
Cilindro con qualche graffio e segni di "carteggiatura" manuale con abrasiva fine. I segni sono in orizzontale e sembra un'operazione fatta con cognizione di causa.
Le fasce elastiche non sembrano molto usurate.
La biella purtroppo ha un po' di gioco sulla testa.
Tutti i coperchi ed il basamento hanno la verniciatura interna per evitare il trasudamento L'asse a camme non sembra originale...
 
Tra le cose da fare c'è da ripristinale l'alzavalvola...
Giovanni al mercatino acquista leveraggio e perno, ma manca la predisposizione sul carter della distribuzione e bisogna inventare qualcosa
Dapprima si realizza una boccola per il passaggio del perno
Poi una "torretta" in alluminio per fare da fermo alla molla.
Questa viene inserita per interferenza a caldo e ribattuta dall'interno.
Da ultimo si "inventa" un supporto per il registro del cavetto.
Non è bellissimo ma è l'unico sistema che mi è venuto in mente.
 
Adesso non si scappa, bisogna aprirlo !
 
La cosa non presenta particolari difficoltà... ... basta avere gli attrezzi giusti !

(non sarà all'ultimo grido, ma fa egregiamente il suo lavoro !)

E con poco sforzo il basamento si apre.

All'interno, se non fosse per le enormi masse dell'albero motore, non ci sarebbe nemmeno un gran ché !

Una volta estratto il cambio lo posiziono sul banco e vengo subito attratto da un particolare : Gli ingranaggi della prima marcia non lavorano perfettamente allineati, e dai segni dell'usura si direbbe che è così da un bel po' di tempo...

Analizzando bene i vari componenti si vede che l'ingranaggio fisso sull'albero primario è stato montato alla rovescia (da un apprendista poco preparato in Fabbrica o da un meccanico distratto ? non lo sapremo mai ! )

Non senza difficoltà riesco a smuovere l'ingranaggio fisso dal suo albero, per poterlo subito "piantare" nella posizione corretta
 
 
Tant'è vero che adesso l'allineamento degli ingranaggi della prima marcia è tornato come doveva essere
Per chi fosse interessato al funzionamento del cambio del saturno:

 

il cambio parte in folle, passa dalla prima alla quarta e successivamente torna in folle
Risolto questo problema, e ricevuto l'albero motore revisionato dalla rettifica, finisco di montare il tutto e richiudo il basamento.
 
 
Prima di installare ulteriori componenti che ne aumenterebbero il peso piazzo il motore nel telaio in via definitiva.
 
Il resto è relativamente semplice, si completano i due lati del motore e si chiudono i "coperchi".
Quello della distribuzione è ovviamente provvisorio, prima di chiuderlo definitivamente il motore andrà messo in fase.
Dalla rettifica arrivano anche il pistone,
il cilindro "incamiciato" e rettificato
e la testa revisionata,
ora si può fare una buona messa in fase
 
Non c'è altra documentazione fotografica degli interventi effettuati.
 
Però c'è un breve frammento della prima prova su strada da parte del suo proprietario!