Motore DUCATI 175

HOME

 

 
Questa pagina è dedicata al motore Ducati 175 dell'amico Sergio.
Motore ovviamente a 4 tempi, con distribuzione monoalbero a coppie coniche
 
Il buon Sergio ha già iniziato a smontare qualcosa....
...e abbiamo pure qualche attrezzo specifico !  (sistemare questo motore sarà una passeggiata :-))
Per prima cosa rimuoviamo la testata Quindi rimuoviamo dalla testata gli ingranaggi della distribuzione... e diamo inizio al festival dei rasamenti !

(cosa peraltro inevitabile quando si ha a che fare con coppie coniche)

Rimuoviamo quindi il cilindro ed il pistone il pistone andrà sostituito ed il cilindro rettificato
Bisogna riconoscere che i tappi dell'olio di questo motore sono stati maltrattati in ogni modo possibile
La rimozione del volano non crea problemi utilizzando l'apposito estrattore ma questi segni, proprio sul bordo inferiore, fanno capire che in passato qualcuno ha smontato questo volano utilizzando un comune estrattore "a due griffe" (se non di peggio)
Procedendo con lo smontaggio delle varie parti ai due lati del basamento si scopre che chi se l'è passata peggio non sono i tappi dell'olio, la palma spetta alla  frizione!
Questo è l'interno della campana

c'è un gran quantitativo di ruggine

questi sono i distanziali e le ghiere esterne e interne dei cuscinetti sulla campana

(le biglie se ne sono andate tute in giro ma intanto non è che servano più a molto...)

Una volta liberati entrambi i lati del basamento lo si potrebbe aprire, ma prima bisogna trovare tutte le viti ed in certi punti si deve ricorrere a ... martello e scalpello !
Una volta tolte tutte le viti viene il momento di guardarci dentro occorre battere parecchio con il martello di gomma e alla fine se ne viene a capo!
L'albero motore è ossidato, la biella ha gioco e andrà sostituita il cambio invece è in ottimo stato
qui da qualche parte doveva esserci una rondella che teneva il gommino dell'astina della frizione....
 
 
ah, ecco dove si erano cacciati!
Il coperchio sul lato destro del motore è diviso in due sezioni e all'interno di quella posteriore, che sta davanti al pignone della trasmissione, troviamo un alloggiamento sigillato dentro a questo alloggiamento, ben riparato, troviamo il meccanismo del preselettore del cambio
sembrerebbe tutto in ordine ma ad un più attento esame si scopre che la molla che spinge la sferetta che blocca il preselettore nelle posizioni delle varie marce è in due pezzi e dovrà essere sostituita
sull'altra metà del coperchio di destra è montata la pompa dell'olio
diamo un'occhiata anche a questa, intanto dovremo sostituire la guarnizione
 
 
inoltre la sfera della valvolina è un po' segnata e la sostituisco con una nuova
Adesso bisogna iniziare a sgrassare, pulire, grattare, lucidare, pallinare, e chi più ne ha più ne metta!
L'albero motore in rettifica è stato revisionato montando una biella nuova

Tutti i cuscinetti che monta questo motore sono stati acquistati nuovi (sono tantissimi)

Tutto è pronto per iniziare e rimontare le parti interne

e quindi chiudere definitivamente il basamento !
Sul lato sinistro mi fermo qui.... la vecchia frizione non è più riutilizzabile e conviene sostituirla, ma non ho ancora quella nuova
Procederò quindi sull'altro lato e successivamente con il gruppo termico Quando si dice "un bel pistone bombato!"
viene il momento di installare i cuscinetti sulla testata e subito si rompe un "seeger"

meno male che c'è il ricambio in casa!

Una volta inseriti sulla testata tutti gli apparati necessari (asse a camme, coppie coniche ecc...) la su può montare sul cilindro Quindi si montano i bilancieri e si effettua una prima verifica per controllare se tutti i condotti dell'olio sono liberi e l'olio arriva in testa senza problemi: l'esito è positivo!
A questo punto si può passare all'accensione, che prevede una bella pulita al piatto, feltro e puntine nuove

(il condensatore è stato verificato al banco ed è perfettamente funzionante)

mi accingo a sistemare la fase di accensione e accade l'incredibile:

non funziona nulla, le puntine non collaborano!!

misurando la continuità con il tester si rileva che, incredibilmente, la lamella di acciaio armonico è isolata dal corpo della puntina: nonostante vi sia appoggiata sopra e fissata con un rivetto di rame non c'è continuità elettrica Non resta che saldare il tutto a stagno... così funziona!

non mi era mai capitato nulla di simile, eppure trattasi di puntine nuove!